Il ritorno di Piero Pelù con “Deserti”

Pelù

Il nuovo lavoro da studio appena pubblicato da Piero Pelù, “Deserti”, segna il ritorno in scena dell’artista dopo un anno di stop forzato, a causa dei problemi legati al forte shock acustico subito in studio di registrazione e al successivo rinvio del tour.
“Questo nuovo album – dice Pelù – è entrato di prepotenza a far parte di una trilogia che ancora non si era ben definita ma che è cominciata con ‘Pugili Fragili'”.
Dodici tracce in totale, quelle raccolte in “Deserti”, che raccontano tutte le sfaccettature di Pelù. “Ci ho trovato tutte le mie anime dagli anni Ottanta ad oggi” ha spiegato.
Deserti: un termine ricorrente. “E’ una vera attrazione che mi porta anche spesso in Marocco”. “Deserti” è anche la sintesi del Pelù pensiero sul sociale e la socializzazione, degli ultimi anni che lui definisce un “poker di legnate micidiali tra pandemia e guerre violentissime alle porte dell’Europa”.
Pelù torna anche con il nuovo tour in partenza il 29 giugno che lo porterà in diverse località italiane per tutta l’estate (l’8 luglio sarà a Genova), per poi proseguire nei club tra novembre e dicembre.